Convocazione Consiglio di Stato del 14-2-19

Loro Altezze,

egregi cittadini,

                                                                                                                                                                                                                                                                                                                    lì 08/02/2019

 

nella mia qualità di Segretario di Stato (giusta ass. del 19.10.2019), essendo note diverse problematiche relativamente ad una istituzione cui questo Stato è membro,

C O N V O C O

le Loro Altezze ed i cittadini tutti, aventi volontà a parteciparVi, alla pubblica riunione del 14 febbraio 2019, in Roma, presso l’Hotel delle Province, 103 - dalle ore 9,30 fino al completamento dei lavori, per verificare, discutere, deliberare e quanto necessario in relazione al seguente ordine del giorno:

1)      Posizione insostenibile del “Consiglio di Presidenza” della W.O.S. (World Organization of the States, già “Parlamento Mondiale per la Sicurezza e la Pace, ex “International Parlament of Safety and Peace) che, malgrado le ripetute diffide, richiami, etc., sia della loro Cancelleria che di alcuni Stati ri-fondatori, ivi compreso Antarcticland, continua a tenere un comportamento DISPOTICO, incurante degli obblighi imposti dallo Statuto e dai VETI COMUNICATI  dagli Stati facenti parte del Consiglio Generale di Sicurezza.

2)      Recesso della affiliazione a detto organismo W.O.S. - World Organization of the States, per mancate COMUNICAZIONI determinanti la vita e gli impegni di detta associazione, anche di natura economica, patrimoniale, etc., nonché per la mancata presentazione dei Bilanci annuali, ovvero generali, preventivi, consuntivi, consolidati, etc., da oltre 4 anni.

3)      Elezione di un “Consiglio di Stato per la Sicurezza” composto da 5 membri.

4)      Varie ed eventuali.

Essendo la presente una convocazione URGENTISSIMA, si invitano le Loro Altezze che, se impossibilitati per motivi di Stato, indichino il nominativo, fornendo altresì le opportune credenziali, della persona eventualmente sostituente.

Con osservanza

                                                                                                 Segreteria di Stato

                                                                                                   - Antarcticland -

 

 

Comunicato Stampa dell'11.09.2018

Avv. Antonello Secchi
Studio Legale
Via Roma, 41/A – 61032 Fano (PU)
Tel. e fax. 0721/828546
cell. 393/9694354
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
P.IVA. 01367130414

State of Antarcticland

Comunicato Stampa dell’11/09/2018

Sentite condoglianze per la dipartita di SE Mons. Viktor Busà

 

I Reggenti lo Stato di Antarcticland

Apprendono con profondo cordoglio la scomparsa di SE Mons. Victor Busà e si accomunano alle condoglianze alla famiglia, ai più stretti collaboratori ed a tutti i membri del Parlamento Mondiale degli Stati per la Sicurezza e la Pace. 

Uomo di Fede dai sani principi di uguaglianza, teso alla difesa dei più deboli e dei diritti dell'uomo, lascia un vuoto incolmabile sia a livello istituzionale che personale per quanti lo hanno conosciuto.

In questi ultimi tempi, i rapporti dei Reggenti lo Stato di Antarcticland con SE Mons. Busà, sono stati di massima collaborazione e reciproco rispetto, tanto che questi era stato nominato Ministro degli Affari Esteri e vice Presidente del Consiglio.

I reggenti lo Stato di Antarcticland, profondamente addolorati, presentano le proprie condoglianze personali e quelle di Stato.

 

Capo Gott, 23 agosto, 2013

   

Condolences message for Nelson MANDELA

 

STATE of ANTARCTICLAND

 

Their Heights, Princes of the State of Antarcticland, for their part and on behalf of all citizens, share the family’s loss and send their condolences to the South African Government and Nation for the passing of their former President Nelson Rolihlahla Mandela.

 

 

Allarme Antartide: i ghiacci si sciolgono sempre più velocemente

 

 

 

Lo strato di ghiaccio del continente bianco si scioglie a una velocità raddoppiata a causa dell'aumento delle temperature. Rischio innalzamento del livello degli oceani

 

Parigi, 24 dicembre 2012 - Il West Antarctic Ice Sheet (WAIS), lo strato di ghiaccio che copre una parte dell’Antartide, si sta sciogliendo a una velocità doppia di quanto sinora calcolato. Il Wais è responsabile del 10% circa dell’innalzamento del livello degli oceani a causa dell’aumento delle temperature.

Una nuova interpretazione dei picchi delle temperature dal 1958 al 2010 rivela un aumento di 2.4 gradi Celsius in questo lasso di tempo, un aumento tre volte superiore a quello globale medio. "Secondo i nostri studi - ha spiegato David Bromwich, uno dei ricercatori del Byrd Polar Research Center dell'Università dell'Ohio, - l’eccessivo riscaldamento dei mesi estivi potrebbe sconvolgere l’equilibrio di massa del ghiacciaio e questo porterebbe a un contributo molto maggiore di quest’area all’innalzamento del livello del mare".

Lo strato di ghiaccio di questa regione, di uno spessore di circa 4 chilometri, si sta sciogliendo molto più velocemente di qualsiasi altra zona dell’Antartide. Gli studi di Bromwich condotti grazie ai dati forniti da diversi enti di ricerca sono stati pubblicati sulla rivista Nature Geoscience. 

by Quotidiano.net